Pressini per caffè consigli sui modelli tra cui scegliere

Pressini per caffè

Pressini per caffè 10 modelli tra cui scegliere:

In questo articolo ti parlerò di qualcosa di uno strumento che viene molto utilizzato nei bar per pressare il caffè, ovviamente non tutti i bar usano tale strumento, perchè magari hanno delle macchine che hanno questo accessorio compreso. Quindi se sei un proprietario di un bar, ristorante, hotel, e sei a contatto con il caffè questo pressino non potrà mancarti!

Nelle righe seguenti ti darò alcune informazioni a riguardo ed in più ti farò vedere alcuni tipi di pressini che potrebbero interessarti. La lettura di questo articolo è di una durata di 7 minuti, iniziamo!

Pressini per caffè: La pressatura perchè è importante?

Preparare un buon caffè espresso di qualità molto spesso dipende da diverse cose, alcune che mi vengono in mente in questo momento sono: le materie prime scelte, la lavorazione e anche dalla macchina da caffè, queste sono le principali a cui però va affiancata una cosa molto importante: La pressatura!

La pressatura contribuisce eventuali problemi creatosi nel caffè, e con questa azione si può ricreare con facilità la magia di un buon caffè espresso. C’è da dire che la pressatura è definita come un’arte che purtroppo viene molto trascurata.

L’obiettivo della pressatura è quello di livellare il caffè nel portafiltro, in modo che si compatti.

Se si pressa il macinato, l’acqua assorbe più aromi.

 

Come scegliere i pressini per caffè?

Per scegliere i pressini ci sono diverse cose a cui fare attenzione che sono principalmente tre:

  1. Le dimensioni
  2. Il materiale
  3. La forma della base

Per quanto riguarda le dimensioni è il primo punto da  fare attenzione durante la fase d’acquisto. Scegliere il pressino da caffè dal giusto diametro, permette di comprimere bene il caffè, evitando così di prendere quello sbagliato. Molto spesso all’acquisto le case costruttrici sia la compatibilità che anche il diametro, perciò in base a quello potrete andare sicuri.

Un’altro aspetto fondamentale va al materiale con cui è fatto il pressino da caffè.

I pressini che troviamo principalmente in giro sono fatti di:

  1. Plastica
  2. Alluminio
  3. Acciaio

Vantaggi e svantaggi dei pressini  in plastica, alluminio, acciaio

Se parliamo del pressino in plastica, notiamo già da subito che sono molto leggere e quindi imprimere la corretta forza è pressochè impossibile, essendo flessibili corriamo il rischio di ottenere qualcosa di non omogeneo. Per l’uso professionale sono sconsigliati.

Pressino in alluminio, esso è molto apprezzato, ed è una via di mezzo in quanto  e più morbido e leggero dell’acciaio inox.

Pressino per caffè in acciaio Inox, invece è la soluzione migliore in quanto usata dalla maggior parte dei professionisti, in quanto permette di avere il massimo controllo così da imprimere la giusta forza.

Le forme della base del pressino da caffè

Esse possono essere di tre tipi piatta, concava e convessa. Le più utilizzate sono la piatta e la convessa, ultimamente è uscita quella rigata che è ancora poco diffusa.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*